Wanda Nara, dirò sempre quello che penso

Wanda Nara, dirò sempre quello che penso

Mondo difficile per donne, auguro a mie figlie marito come mio

Solutions Manager
  • Mondo difficile per donne, auguro a mie figlie marito come mio
  • (ANSA) - MILANO, 13 MAR - "Il mondo del calcio è molto difficile per una donna ma continuerò a dire le cose che penso, poi si possono condividere o meno". Così Wanda Nara, moglie e agente dell'ormai ex capitano dell'Inter Mauro Icardi, scelta dal giornalista Cesare Lanza fra i vincitori del Premio Socrate "perché altri procuratori nel mondo del calcio e dello spettacolo hanno fatto esternazioni anche più maliziose, ma questo baccano non c'è stato. Perché è una donna? Disturba il sacro mondo del calcio?". "Io sono innanzitutto mamma di cinque bambini, fra cui due femmine, a cui auguro un uomo come mio marito, che è così giovane e mi difende, mi lascia parlare, anche dire cose su cui non siamo d'accordo - ha detto Wanda Nara nel suo intervento -.
        La donna deve sempre essere ascoltata quando parla con rispetto.
        Questo premio è un orgoglio anche per i miei figli, continuerò con le mie idee decidendo le cose che penso".