Volata scudetto: pallino al Milan, l'Inter insegue e spera

Volata scudetto: pallino al Milan, l'Inter insegue e spera

Fiorentina e Udinese avversarie scomode, derby salvezza a Genova

Solutions Manager
  • Fiorentina e Udinese avversarie scomode, derby salvezza a Genova
  • Il Milan fa gli scongiuri: dopo il punto in tre gare del Napoli, è toccato all'Inter scivolare a Bologna vanificando le speranze riposte nel recupero. Pare esserci una maledizione in atto per le aspiranti al titolo. I rossoneri però hanno ormai il pallino in mano, a quattro turni dal termine. Pur avendo un calendario peggiore dei cugini devono capitalizzare i due punti di vantaggio in un finale da passo del gambero. Ma anche le contendenti per l'Europa non se la passano meglio: in quattro gare, su 12 punti la Juventus, la Roma e la Lazio ne hanno conquistato 7, la Fiorentina 6, l'Atalanta 4.

    La prima della quattro tappe sulla via dello scudetto presenta aspetta indecifrabili: sulla carta il compito peggiore lo avrebbe il Milan che riceve la Fiorentina, crollata in quattro giorni con Salernitana e Udinese. Ma la forma mostrata dalle squadre indica che le difficoltà maggiori potrebbe averle proprio l'Inter, che affronta un'Udinese in stato di grazia, una macchina da gol da 17 reti e 13 punti in sei gare.

    L'altro polo di attrazione del campionato riguarda la lotta per non retrocedere. Dopo la tripla vittoria della Salernitana e il successo del Genoa la classifica, che il 5 maggio recupera Salernitana-Venezia, presenta un gigantesco rimescolamento di carte: oltre al Cagliari rischia pure la Sampdoria ingessata di Giampaolo, che affronta un derby di capitale importanza, mentre il Venezia, che dopo sette ko di fila ha esonerato Zanetti, sembra votata al sacrificio contro la ringalluzzita Juve di Allegri, che viene solleticata dall'idea del terzo posto visto che il deludente Napoli riceve l'insidioso Sassuolo. "Gara scomoda e difficile la presenta Spalletti, che allontana intanto allontana le voci di addio: "Ho un altro anno di contratto e un altro ancora in opzione, poi io voglio rimanere. Mi sento benissimo in questa posizione", dice il toscano, dando un segnale anche alla squadra.

    La serie A regala gli ultimi bagliori di un rush finale che continua a sorprendere. Il Milan, che ha sorpassato la Lazio con un colpo di reni finale, si ritrova in fuga e stringe i denti. Pioli prova a mantenere il vertice puntando su Tonali e Kessie a centrocampo, Messias, Leao e Giroud in avanti sfidando una Fiorentina che mostra di avere il braccino del tennista, proprio quando l'Europa sembrava in pugno. Italiano cerca di rimotivare i suoi, magari ripetendo la super impresa dell'andata con lo spumeggiante successo per 4-3.

    Il dramma Radu scuote l'Inter che si interroga sull' errore di non avere testato mai il giovane portiere in gara meno impegnative. Inzaghi teme di avere rovinato tutto in un'unica partita: forse recupera Handanovic, mancheranno Calhanoglu e Bastoni, ma servono i gol di Lautaro per ripartire contro l'Udinese, che gira intorno al funambolo Deulofeu. Il ko con l'Empoli, nonostante i due gol di vantaggio, ha provocato un terremoto a Napoli: il ritiro punitivo si è trasformato in cena socializzante. Lo choc in parte è stato superato con la presenza fissa del patron De Laurentiis, che ha confermato Spalletti che recupera Di Lorenzo. Ma certo serve un riscatto contro il Sassuolo di Berardi che alterna prove scintillanti a prestazioni opache. Disco verde per la Juve di Allegri che potrebbe schierare il tridente Dybala, Vlahovic e Morata con un Venezia che sembra avere staccato la spina.

    Il nuovo tecnico Soncin proverà a scuotere la squadra e un ambiente depressi. Dopo l'impresa con l'Inter, il Bologna vuole continuare a volare con una Roma tutta concentrata sulla doppia sfida col Leicester: dopo il pari di Mourinho dovrà dosare le forze (mancheranno Mikhytarian e Oliveira, potrebbero riposare Smalling e Pellegrini) e la gara potrà risultare equilibrata. La Lazio dopo la delusione col Milan conta di riprendere la corsa all'Europa in casa dello Spezia, che però vuole vendicare il 6-1 subito all'andata.

    La sfida salvezza piu' eclatante e' il derby della Lanterna. Giampaolo ha un lungo feeling positivo nelle stracittadine, confermato dal 3-1 dell'andata. Ma la sua Samp arranca malamente e si e' fatta risucchiare in zona retrocessione. Il Genoa non ha altro risultato che la vittoria per continuare a sperare. Potrebbero decidere Caputo e Destro. Ma la prima a rischiare di essere risucchiata e' il Cagliari che non puo' pensare di salvarsi al ritmo di tre punti in cinque gare. Mazzarri vuole conquistare tre punti basilari contro la mina vagante Verona affidandosi a Pavoletti, Rog e Nandez.

    Molta curiosita' suscita la sfida tra Atalanta e Salernitana: Gasperini ha molte attenuanti pero' i suoi stanno disputando il peggior campionato degli ultimi anni. Per non restare fuori dall'Europa deve cominciare col battere i campani che hanno cambiato registro con gli inserimenti di mercato e la guida esperta di Nicola. L'unica gara con pochi assilli e' quella tra Empoli e Torino, reduci dalle imprese con Napoli e Atalanta. Favoriti i granata nelle cui file Pobega e Belotti scalpitano per ritrovare un posto da titolari.