Serie A, Genoa-Juventus 2-1

Serie A, Genoa-Juventus 2-1

Secondo anticipo della 36ma giornata di campionato

Solutions Manager
  • Secondo anticipo della 36ma giornata di campionato
  • Con un calcio di rigore di Mimmo Criscito al 95' il Genoa sconfigge in rimonta la Juventus e tiene vivo il sogno salvezza. Ai bianconeri non è bastato un Dybala in giornata di grazia, un gol e un palo. Nel finale di gara la fame dei rossoblù e la stanchezza degli ospiti hanno permesso al Genoa prima di pareggiare con Gudmundsson e poi di vincere proprio con il suo capitano, cinque giorni dopo le lacrime amare per il rigore sbagliato nel derby. Questa volta però le lacrime sono di gioia e valgono tantissimo per un Grifone che può ancora sperare nella salvezza. Destro a guidare l'assalto del Grifone, Vlahovic, Dybala e Kean nel tridente bianconero queste le scelte dei due tecnici, in una sfida fondamentale solo per i rossoblù con la Juventus che guarda alla finale di Coppa Italia. Ma i bianconeri rimangono squadra di qualità superiore e lo dimostrano sin dai primi minuti. Cross perfetto di Dybala sul secondo palo dove è appostato Kean che da due passi spara però alto di testa. Scampato il pericolo il Genoa prova a fermare la Juventus con un pressing asfissiante che nel primo tempo tiene a bada i bianconeri. Al 13' Criscito pesca sulla fascia Portanova che arriva in area e mette in mezzo, Bonucci intercetta con la sfera che finisce contro Amiri che non riesce a colpire bene , palla fuori. La squadra di Blessin colleziona soprattutto angoli senza però sfruttarli al meglio. Al 21' Cross di Criscito per Amiri anticipato di un soffio. Passata la mezz'ora il momento migliore dei padroni di casa con un colpo di testa di Destro da corner alto e tre angoli consecutivi. Poi si fa vedere la Juventus prima con un traversone teso dal fondo di Kean, Sirigu smanaccia, quindi Dybala ci prova dal limite ma il portiere rossoblù è attento. Nel finale l'occasione più ghiotta per il Genoa con Portanova che da fuori conclude di potenza ma Szczesny pur con qualche difficoltà respinge. Solo un cambio nell'intervallo, Frendrup per Galdames, e Genoa subito pericoloso dopo appena 35'' con Destro che spara alto da buona posizione. Il Genoa ci prova ma è la Juventus a passare in vantaggio. Merito di Dybala che al 3' si inventa un diagonale da fuori che finisce nell'angolino più lontano. Blessin prova così a cambiare inserendo Yeboah ed Ekuban mentre Allegri risponde con Alex Sandro e Zakaria. Ormai è un'azione dietro l'altra. Nel Genoa ci provano Frendrup e Amiri, Szczesny sempre attento. Mentre sul fronte opposto sale in cattedra Dybala che di sinistro colpisce il palo. Poi è il turno di Sirigu a rendersi protagonista prima su Kean e quindi su Vlahovic. Al 38' Gudmundsson interviene in area su Ake, Sozza assegna il rigore, richiamato dal Var al monitor torna sui suoi passi e al 41' proprio Gudmundsson pareggia i conti infilando Szczesny sul secondo palo e due minuti dopo Amiri, dopo un errore di Rabiot, si fa parare un vero e proprio rigore in movimento solo davanti a Szczesny. Sul ribaltamento di fronte De Sciglio frana su Yeboah in area bianconera, Sozza assegna il rigore che Criscito non sbaglia per una vittoria fondamentale nella corsa salvezza.