Sampdoria: Giampaolo, vittoria che ripaga di tutto

Sampdoria: Giampaolo, vittoria che ripaga di tutto

Mai pentito del ritorno, non cerco rivincite e penso a Criscito

Solutions Manager
  • Mai pentito del ritorno, non cerco rivincite e penso a Criscito
  • (ANSA) - GENOVA, 30 APR - "Vale la pena morire per questo tipo di partite, ti ripagano di tutto". Marco Giampaolo impersona la felicità per una vittoria fondamentale nella corsa salvezza. "Rivincita per le critiche? No, fanno parte del mestiere. Non mi sono mai pentito di tornare alla Samp e la Samp è qualcosa che è parte di me, qui mi sono messo in gioco . Alle critiche non faccio caso e vado avanti spedito. Non ho rivincite da prendermi ma penso solo a fare il mio lavoro che è quello di conquistare la salvezza".
        Non solo un derby ma uno scontro diretto per la salvezza.
        "Potete immaginare il carico emotivo di responsabilità e il peso di questa partita. Non era un semplice derby in un calendario dove i giochi si devono ancora fare. Cadeva a 4 giornate dalla fine con le due squadre che avevano bisogno di fare punti pesantissimi per la salvezza -ha spiegato Giampaolo -. La squadra è stata molto brava a gestire le pressioni e la tensione e lo ha fatto senza mai perdere la testa. Questa vittoria ci permette di fare un buon salto ma manca ancora qualcosa però arriviamo al finale di stagione sicuramente meglio rispetto a prima".
        Giampaolo pensa agli sconfitti. "Sono felice per la squadra ma vorrei spendere una parola per chi ha perso e anche per Criscito che ha sbagliato il rigore. Noi festeggiamo ma mi metto nei panni di chi ha perso, purtroppo questo è il calcio. I singoli? Ekdal ha fatto una grandissima partita e per Sabiri sono contento perché i giovani hanno bisogno di queste iniezioni di fiducia . E poi sono contento per Audero, quando sono arrivato c'era il dualismo con Falcone e l'avete portato avanti per settimane. Ma parare un rigore dopo il '90 e decretare questo tipo di risultato vale tantissimo. Dedica? A tutti i sampdoriani". (ANSA).