Presidente Venezia "momento complicato, ma non si molla"

Presidente Venezia "momento complicato, ma non si molla"

"Non sapevamo se eravamo pronti per la Serie A"

Solutions Manager
  • "Non sapevamo se eravamo pronti per la Serie A"
  • (ANSA) - VENEZIA, 25 APR - "Nell'ultimo anno abbiamo vissuto alti e bassi: ci siamo uniti come una squadra sa fare e siamo stati promossi in Serie A, abbiamo avuto un buon inizio di stagione nella massima divisione, e, più recentemente, stiamo affrontando un momento estremamente complicato. Non sapevamo se la nostra organizzazione fosse pronta per la Serie A". Così il presidente del Venezia, Duncan Niederauer il quale rileva che "quest'anno abbiamo capito che abbiamo molto da imparare. I risultati in campo per la prima squadra non sono stati quelli che speravamo. I tifosi - osserva - ci hanno sempre supportato durante questo percorso. L'insoddisfazione manifestata dopo la partita contro la Sampdoria era giustificata, ed i giocatori li hanno ascoltati". "Sebbene i risultati in campo siano stati deludenti per tutta la famiglia del Venezia FC - aggiunge -, non significa che il progetto sia completamente fuori rotta". "Mi è dispiaciuto vedere lo striscione fuori dallo stadio - ricorda - che suggeriva a uno dei nostri colleghi di "andare a casa". "Il sostegno espresso durante la partita per Collauto, Poggi e Zanetti è stato da loro apprezzato, ne sono certo, ma siamo tutti coinvolti in questo progetto, insieme. Il successo che abbiamo riscosso l'anno scorso l'abbiamo progettato insieme, e quest'anno stiamo lottando insieme. I giocatori, l'allenatore, la dirigenza della squadra sportiva e io condividiamo tutti la responsabilità e continueremo a farlo. Se qualcuno cerca un capro espiatorio per le nostre mancanze, incolpi me, non uno dei miei colleghi. Non abbiamo mollato, non lo faremo mai e - conclude Niederauer - nemmeno nessun altro dovrebbe farlo".
        (ANSA).