Lega Pro, Gravina lancia l'allarme

Lega Pro, Gravina lancia l'allarme

Presidente 'così il campionato non parte'

Solutions Manager
  • Presidente 'così il campionato non parte'
  • (ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Se non cambiano le condizioni il prossimo campionato di Lega Pro non può partire, non ci sono proprio i presupposti e domani questo sarà deliberato in assemblea": il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, parla all'Ansa e lancia l'allarme. "Noi domani delibereremo che di fronte a mancati cambiamenti che sanino quello che io definisco l'agguato sulla legge Melandri, con 5 milioni in meno alla Lega Pro il campionato prossimo non comincia proprio.
        Io non voglio essere il 'becchino' del calcio italiano, lo faccia Tavecchio - sottolinea Gravina, in polemica col n.1 Figc che ha parlato di un taglio del 30% dei club professionistici - si assuma lui la responsabilità. Portasse il progetto di riforma in Consiglio federale, e mi dicesse anche quando lo fa". Gravina evidenzia che "il calcio sta vivendo un forte cambiamento, ha bisogno di cambiare perché il modello che stiamo vivendo è un modello superato. Oggi come oggi la Lega Pro sta lì ma nessuno le vuole dare il peso che ha all'interno del sistema".