Lazio a Bologna con la maglia di Anna Frank, fiori a lapide Weisz

Lazio a Bologna con la maglia di Anna Frank, fiori a lapide Weisz

Riscaldamento prepartita, scritta 'no all'antisemitismo'

Solutions Manager
  • Riscaldamento prepartita, scritta 'no all'antisemitismo'
  • "No all'antisemitismo", e sulla maglietta la foto di Anna Frank: è il messaggio lanciato dalla Lazio a Bologna. La squadra di Simone Inzaghi indossa la maglietta durante il riscaldamento prepartita al Dall'Ara per volontà del presidente Lotito, dopo gli insulti antisemiti di alcuni tifosi laziali domenica sera in curva Sud all'Olimpico.  La Lazio rende omaggio anche alla memoria di Arpad Weis. Prima dell'inizio della partita di Bologna, al Dall'Ara, una corona di fiori è stata deposta ai piedi della lapide in memoria dell'allenatore ungherese che, alla fine degli anni '30, portò il Bologna alla conquista di due scudetti e di un trofeo dell'Esposizione a Parigi, una sorta di mondiale per club di quei tempi e che poi morì in un campo di concentramento. La corona è stata deposta dal centrocampista della Lazio, Lulic, con il ds Ighli Tare e dal club manager Angelo Peruzzi. I giocatori della Lazio sono scesi in campo sul terreno dello stadio Renato Dall'Ara di Bologna, per svolgere il consueto riscaldamento, indossando delle t-shirt con stampato il volto di Anna Frank. Il capo ufficio stampa Stefano De Martino e il team manager Maurizio Manzini hanno depositato una corona di fiori nel settore della curva intitolata a Weisz.

    Tifosi Lazio a Bologna cantano 'Me ne frego' - Prima cori da stadio, poi la 'Società de li magnaccioni', in mezzo i cento tifosi della Lazio in attesa di entrare nel settore ospiti dello stadio Dall'Ara di Bologna (intitolata all'ex allenatore del Bologna Arpad Weisz, scomparso ad Auschwitz) hanno intonato anche il canto fascista 'Me ne frego'. Diverse le braccia tese nel saluto romano durante il coro. Silenzio e applausi hanno accompagnato la lettura della pagina del Diario di Anna Frank a Bologna, prima della partita con la Lazio. Durante il brano pubblico ha ascoltato in silenzio, poi, al termine, è partito un applauso da tutto lo stadio, e anche dal settore della curva dove sono ospitati i tifosi biancocelesti, circa 500, senza gli 'Irriducibili'.

    Curva Sud copre lettura Anna Frank con cori pro Roma - La lettura del brano tratto dal "Diario di Anna Frank" avvenuta prima del fischio d'inizio della gara tra Roma e Crotone all'Olimpico è stata 'coperta' da un coro 'sportivo', intonato in Curva Sud - dove domenica sera i tifosi della Lazio avevano attaccato alcuni adesivi antisemiti - a sostegno della squadra giallorossa. Al termine della lettura il resto dello stadio ha applaudito.

    Curva Juve canta inno Mameli a lettura 'Diario' Frank - Una parte della curva sud della Juventus, quella occupata dai gruppi di ultrà, ha cantato l'inno di Mameli mentre veniva letto il 'Diario di Anna Frank'. Dal settore è partito qualche fischio mentre il resto dello stadio ascoltava in silenzio il brano letto dall'ebraista Corradini. Alla fine della lettura quasi tutto lo stadio ha appluadito.

    A Firenze fischi isolati nel 1' per Anna Frank - Qualche fischio isolato si è levato dalla curva Fiesole nel corso del minuto di raccoglimento dedicato alla lettura di un brano del diario di Anna Frank, che ha preceduto questa sera la gara tra Fiorentina e Torino al Franchi. Il resto del pubblico invece è rimasto rispettosamente in silenzio e in piedi, prima di un lungo sentito applauso mentre sul maxischermo scorrevano le immagini di una delle vittime-simbolo della Shoah.