Cagliari: ecco Zappa e Sottil, due frecce per DiFra

Cagliari: ecco Zappa e Sottil, due frecce per DiFra

Neo acquisti, "qui con entusiasmo, pronti a dare il massimo"

Solutions Manager
  • Neo acquisti, "qui con entusiasmo, pronti a dare il massimo"
  • (ANSA) - CAGLIARI, 14 SET - Due frecce per il 4-3-3 di Di Francesco. Tanti elementi in comune tra i nuovi acquisti del Cagliari Gabriele Zappa e Riccardo Sottil. Entrambi classe 1999, tutti e due cresciuti in grandi club (Inter e Fiorentina). C'è anche un passato al Pescara, freschissimo per Zappa, e di qualche anno fa per Sottil. Per loro il futuro si chiama fascia destra. "Ho esordito - ha spiegato Zappa nella presentazione ufficiale questo pomeriggio alla Sardegna Arena - alto sulla corsia esterna, ma per motivi contingenti. In realtà mi considero più un terzino. I gol dell'anno scorso? In A mi accontenterei di qualche assist".
        Sottil dovrebbe giocare qualche metro più avanti: "Sono stato impiegato - ha detto l'ex viola - sia sulla destra sia sulla sinistra. Il mio impatto con la squadra nell'amichevole con la Roma? Dribbling e accelerazione rientrano tra le mie caratteristiche di gioco". Per tutti e due una stagione chiave per la carriera: "Un momento importante- ha sottolineato Zappa- a livello caratteriale, tecnico e tattico. Voglio cercare di migliorarmi sempre di più e naturalmente dare il mio contributo al Cagliari".
        Anno cruciale anche per Sottil: "Voglio dare il 100% con Di Francesco, un allenatore che ha sempre valorizzato i giovani, sono sicuro che non si potrà che crescere".
        Per entrambi il ds Pierluigi Carta ha parlato di "scelte funzionali alla filosofia del Cagliari". Per Zappa sarà l'esordio in A: "Rimpianti per il mancato esordio con l'Inter?- ha raccontato- mi avrebbe fatto piacere, ma evidentemente ero ancora troppo giovane. Il salto in A non mi fa paura. Certo, cambiano molte cose. A cominciare dalla velocità di pensiero e di esecuzione della giocata".
        Nella sala stampa del Cagliari anche Andrea Sottil, l'ex difensore e ora allenatore, padre di Riccardo: "Un punto di riferimento importante - ha detto Sottil jr - mai ingombrante.
        Tanti consigli: cerca di indicarmi la strada giusta visto che lui c'è già passato". (ANSA).