Agnelli, "20 squadre troppe in Serie A"

Agnelli, "20 squadre troppe in Serie A"

Le proposte di rinnovamento del Presidente juventino

Solutions Manager
  • Le proposte di rinnovamento del Presidente juventino
  • (ANSA) - TORINO, 24 OTT - Diminuzione del numero di squadre, riammodernamento degli stadi italiani, riduzione del numero di prestiti con l'introduzione delle seconde squadre. Queste alcune delle urgenze del calcio italiano proposte dal presidente della Juventus, Andrea Agnelli, durante l'assemblea degli azionisti: "E' necessaria la riforma dei campionati, 20 squadre in serie A sono troppe, questo dibattito coinvolge anche gli altri campionati, sono problemi che riguardano tutti ad eccezione della Bundesliga. Inoltre la sfida non può che essere ammodernare gli impianti sportivi, teatro per i tifosi ma anche per i broadcaster". Agnelli ha ribadito la richiesta di creare le seconde squadre, necessarie anche per valorizzare i settori giovanili: "L'Uefa ha puntato il dito, a ragione, sul livello di prestiti correnti - ha aggiunto Agnelli. Ma ridurne drasticamente il numero significa avere seconde squadre in cui far giocare i giovani. Il campionato Primavera è di buon livello ma non produce atleti pronti per le prime squadre".