Ancelotti, non sono cervello in fuga | www.asdmaglianocalcio2013.it

Ancelotti, non sono cervello in fuga

"Mi dispiace per Berlusconi, sono curioso dei cinesi"

Solutions Manager
  • "Mi dispiace per Berlusconi, sono curioso dei cinesi"
  • (ANSA) - ROMA, 27 FEB - "Non mi sento un cervello in fuga": il tecnico italiano del Bayern Monaco, Carlo Ancelotti, risponde così a una domanda nel corso di 'Radio anch'io sport'. Ancelotti che da anni vive all'estero allenando grandi club è rimasto legato all'Italia e al 'suo' Milan alle prese con il closing del contratto per il passaggio di mano del club. "C'è dispiacere di da un lato -dice Ancelotti- di vedere il club senza il presidente Berlusconi che ne è stato l'anima, e anche con curiosità per questi nuovi proprietari che dovranno fare investimenti per portare la squadra a alti livelli".